Artista

NICCOLA GIANNONI - PIVINO

LUME, 2016

LUME, 2016

dimensioni: h 74 x 24 x 14 cm
Maggiori informazioni
L'ESSENZA , 2001

L'ESSENZA , 2001

dimensioni: h 59 x 19 x 13 cm
Maggiori informazioni
L'ATTESA, 2017

L'ATTESA, 2017

dimensioni: h94 x 36 x 21 cm
Maggiori informazioni
BAGNANTE, 2018

BAGNANTE, 2018

dimensioni: h87 x 21 x 30 cm
Maggiori informazioni
LA RICCHEZZA, 2002

LA RICCHEZZA, 2002

dimensioni: h 57 x 24 x 24 cm
Maggiori informazioni
GIOCOLIERE, 1995

GIOCOLIERE, 1995

dimensioni: h136 x 45 x 58 cm
Maggiori informazioni
PIVINO, 1995

PIVINO, 1995

dimensioni: h 137 x 42 x 44 cm
Maggiori informazioni
NATURA , 2016

NATURA , 2016

dimensioni: h90 x 39 x 29 cm
Maggiori informazioni
PREGHIERA, 2015

PREGHIERA, 2015

dimensioni: h 70 x 24 x 17 cm
Maggiori informazioni
GUARDIANO CON PIANTA, 2016

GUARDIANO CON PIANTA, 2016

dimensioni: personaggio h 83 x 48 x 25 cm, pianta h108 x 58 x 45 cm
Maggiori informazioni
OSSERVATORE (altorilievo)

OSSERVATORE (altorilievo)

dimensioni: h92 x 48 x 23 cm
Maggiori informazioni
NICCOLA GIANNONI - PIVINO

Nipote di Niccola Giannoni detto "il Piva" (da qui il soprannome "Pivino"), che fonda il laboratorio nel 1932, impara l'arte dello scolpire dal padre Giuseppe, artigiano. Dopo aver frequentato il Liceo Artistico di Carrara, entra nel mondo della scultura pur continuando parallelamente l'attività di famiglia, per cui collabora, tra gli altri, con Jean Iposteguy (sino al 1978), Fernando Botero e Igor Mitoraj (fin dal loro arrivo in Italia), Novello Finotti (1983), Augustin Cardenas (1990), Ugo Riva (1995), Giuseppe Bergomi (1990), Giuliano Vangi (1996).

Tra le sue mostre personali si ricordano: Spazio Arte Landucci, Ripa di Seravezza (2000); CCLR, Pietrasanta (2001); Terme San Carlo, Massa (2002); Palazzo Tori Massoni, Camaiore (2002); Galleria d'Arte Valiani, Pistoia (2002); Castello del Piagnaro, Pontremoli (2002); Galleria Europa, Lido di Camaiore (2003; 2005); Galleria Luca Ricci, Spoleto (2007); Piazzetta del Duomo, Pietrasanta (2007).

Tra le collettive, invece, vi sono: "Scolpire e dipingere il dono", CCLR, Pietrasanta (2004); "I segni e le forme", Pietrasanta (2005); "Il Campanile", Campanile S. Martino, Pietrasanta (2005); Galleria Enrico Paoli, Pietrasanta (2006).

Sue opere sono in permanenza presso il Megastore Design Landucci, a Ripa di Versilia ed in collezioni private in Italia ed all'estero (Svizzera, Corea, Giappone).

Lavora nel suo laboratorio a Pietrasanta e si avvale della collaborazione della Fonderia Da Prato.